Cerca nel blog

domenica 24 maggio 2009

Quesito Risolto

A cosa serve un blog? Caro scommettitore hai vinto.
Ho trovato da me la risposta.

Tanti anni fa il blog era il diario cui affidavi le tue riflessioni.
Oggi - tutti cibernauti - non abbiamo più tempo di scrivere, le appendici degli arti anteriori si stanno trasformando da strumenti di manipolazioni a strumenti di battitura (sulla tastiera)

Oggi siamo tutti - chi più chi meno - bravi stenotipisti, e affidiamo i nostri pensieri, i nostri sfoghi non più al diario che nessuno legge, ma al mondo virtuale di chi ci legge, contando che laggiù, perso tra i miliardi di byte in viaggio nei router, qualcuno legga i tuoi pensieri, i tuoi sfoghi, e li condivida.

Funziona? Pare di sì.
Serve? Lo dice il presente, lo dirà il futuro.

Rischi: vediti questo link sul Social Network del momento
http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_24/ambivalenti_facebook_016051c6-483b-11de-a9d5-00144f02aabc.shtml

Non posso bloggare per sempre, è come la televisione. O zappi o parli con tua moglie, o blogghi o dedichi al tuo tempo ad essere meno "sfogoso" e più attento alla realtà - non virtuale - del mondo che ci sta attorno.

Vediti anche questo link sul Social Networking
http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_24/relazioni_pericolose_888e00aa-4839-11de-a9d5-00144f02aabc.shtml

Quindi - caro scomettittore - lasciamo il mondo virtuale e caliamoci in quello reale, quello dove tu come io dobbiamo "sfangare" anzichè bloggare, e lascia almeno per oggi che un blog faceto diventi un blog impegnato.

Gli eventi della settimana appena passata sono "brutti".
Brutto è un aggettivo ormai inutilizzato, si usano iperbole, metafore per dire ciò che invece brutto sa già esprimere .

La foto a corredo di questo post ti suggerisca a cosa penso.
Non serve commentare. Leggi la storia contemporanea.

Ci sono 10 (dieci) domande che attendono risposta...

Evviva la forza dei blog, se usati "cum grano salis".
Possano i l suono dei tamburi informatici e delle trombe virtuali risvegliarci
dal sonno della ragione.

Le autocrazie temono e controllano i social networks e tutto ciò che fa opinione
http://vitadigitale.corriere.it/2009/05/facebook_chiuso_per_elezioni_i.html

Nessun commento:

Posta un commento